sabato 9 aprile 2011

Il senso della letteratura secondo Gino.

Dopo un periodo di decantazione di due anni, ho cacciato questa storia, la più lunga con Gino da protagonista. In via di pubblicazione sulla fanzine di fumetti abruzzesi La Raje n. 1. Cosa c'entro io con l'Abruzzo? Un cazzo. Ma tant'è. Buona lettura.








6 commenti:

essedesign ha detto...

sei superbravissimo, toh beccati sta grammatica, mi ti aggiungo ai link, fallo pure tu (toh beccati st'autopromozione)

mi è capitata la tavola sui fasci merda, e son arrivato sul blog.

ciao e complimenti. stè.

alex tirana ha detto...

Grassie Stè, i complimenti sono il pane dell'ego, oltre che uno stimolo per andare avanti.
Mo ti linko.
Salutami a Socrate

silvia ha detto...

gino il migliore! e bravo a te!

Ratigher ha detto...

soccia bella! mi hai messo voglia di leggere i ritratti che mi mancano.

alex tirana ha detto...

Scusate il ritardo stavo leggendo il televideo...
Grazie Silvia, sei una ganza!
Ratigher non vedo l'ora di leggere Trama.

Marco Cabras ha detto...

Grandioso! (povero faletti...)


'nzi..


[povero faletti 'sto cazzo]